Catanzaro: furto di rame con morto

Ancora furti di rame. Solo che stavolta c’è stata una vittima. Un 31enne di Catanzaro è morto folgorato in una cabina dell’Enel dove si era introdotto per rubare i cavi di rame. Per Luca Fragomena non c’è stato scampo, mentre il suo complice ha riportato solo delle ferite. Secondo gli investigatori se le sarebbe procurate nel tentativo di salvare l’amico.

I fatti si sono svolti alle prime luci dell’alba in una cabina Enel collocata in Viale Emilia a Catanzaro. Oltre ai cavi di rame, i due volevano rubare anche alcuni tombini.

Quando gli agenti delle volanti sono giunti sul posto, hanno allertato i medici del 118. Mentre per Fragomena non c’era più nulla da fare, l’uomo è stato trasportato presso l’ospedale del capoluogo per essere curato alle mani e poi è stato tratto in arresto.

Negli ultimi anni la caccia al rame ha subito un’impennata, complice la crisi, sono molte le persone che rubano l’oro rosso. Nel 2014 sono stati rubati circa 300mila chilogrammi di rame sui binari ferroviari e i danni ammontano a circa 3 milioni.

Lascia un commento