Ascolti tv, il sistema Auditel si ferma per 15 giorni: cosa ne sarà dei dati futuri?

La guerra dei dati Auditel subirà uno stop forzato di 15 giorni, ma cosa c’è dietro questa storia? Scopriamolo insieme.

Galeotta fu la mail con la quale sono state rese note le generalità delle famiglie italiane che possiedono il telecomando magico che rileva le preferenze Auditel. La loro identità è top secret, e quest’errore ha causato lo stop dei dati Auditel per 2 settimane. Mediaset è sul piede di guerra e ha annunciato che se vi saranno delle proroghe si muoverà autonomamente per raccogliere i dati Auditel dei suoi programmi. Il rinnovamento del campione delle famiglie era previsto per i prossimi mesi, perché Auditel stava già lavorando ad un nuovo panel più ampio, in grado di raccogliere 15.600 spettatori (ora sono 5.600).

A rivelare quanto accaduto ad Auditel è stato il Corriere della sera, lo scorso 9 ottobre, e il caso è stato ribattezzato “Audigate”. Sempre il Corriere era riuscito ad entrare in contatto con una delle famiglie che ha dichiarato di non aver ricevuto il telecomando anche se il meter era stato collegato alla tv e al decoder. Inoltre pare che i tecnici siano disponibili da lunedì al venerdì in orari lavorativi e questo significa che la rilevazione può essere influenzata.

Al momento non sono ancora state rilevate anomalie nel sistema Auditel anche se la Nielsen ha avviato un’indagine interna per stabilire le cause di quanto accaduto. La tutela della privacy dei panelisti sarà davvero tutelata? Attendiamo gli sviluppi di Audigate.

Lascia un commento