Pechino Express presenta i coinquilini, i migliori tweet

I coinquilini, la nuova coppia di Pechino Express

Prima dell’inizio della terza tappa di Pechino Express 3, nell’affascinante regione dello Shan, hanno fatto il loro ingresso i coinquilini, ovvero Alessandro Onnis e Stefano Corti.

Dopo l’eliminazione della coppia de I benestanti al termine della seconda tappa, dunque, sono ancora otto le coppie in gara. Costantino della Gherardesca, tra lo stupore generale, ha presentato – in maniera piuttosto pomposa – i due ragazzi che, a partire dalla terza puntata, si sono uniti ai concorrenti già in gara nel lungo viaggio ai confini dell’Asia.

Loro sono Stefano Corti, 29 anni, di Milano, noto come il twerkatore nelle vesti di inviato de Le Iene (e prima ancora come Lello, l’amico dei Calciatori). Ha un figlio di 6 anni, Gabriele, che vive con sua madre a Marsiglia. Vive a Milano ed è single.

I COINQUILINI: IN ARRIVO LA VENDETTA DELLE IMMIGRATE?

Il suo coinquilino – finora sconosciuto al pubblico del piccolo schermo – è Alessandro Onnis, cagliaritano di 27 anni, con una lunga carriera di animatore nei villaggi turistici alle spalle. Oggi lavora in un negozio di telefonia.

I due hanno iniziato il loro viaggio nel migliore dei modi, vincendo la prova immunità tra le palafitte del villaggio (e la conseguente notte premio in un hotel di lusso con annesso massaggio) anche se poi, al termine della puntata, le vincitrici sono state le Cougar.

Senz’altro le immigrate hanno più di un motivo per avercela a morte con i conquilini, visto che la nuova coppia ha deciso di affibiare a loro la penalità della puntata. Un handicap che, però, non le ha frenate più di tanto, tant’è che sono arrivate in terza posizione al traguardo finale, subito dopo gli eterosessuali.

Nonostante il loro ingresso a sorpresa, dopo ben due tappe di viaggio, la coppia dei coinquilini si è tutto sommato integrata bene in un gruppo dove le affinità e le antipatie sono già evidenti a tutti, basti pensare al litigio tra Luca Betti e Alessandra Celentano a proposito di presunte “furbate” della coppia degli eterosessuali.

Lascia un commento