Il Belgio cita Facebook per violazione della privacy

Secondo il Wall Street Journal, giovedi 18 Giugno 2015, il grande social network sarà citato in giudizio: il garante per la privacy del Belgio cita Facebook per violazione della privacy.
L’indagine era stata avviata qualche mese fa in quanto vi fosse il sospetto, da parte del garante belga, di un uso non propriamente corretto della registrazione e diffusione dei dati sensibili degli utenti iscritti al social.

Facebook si giustifica e sostiene di applicare un normalissimo utilizzo dei cookie come qualsiasi altro sito web… penseranno lo stesso anche i giudici in tribunale?

Lascia un commento